Rieducazione posturale e motoria

RIEDUCAZIONE POSTURALE E MOTORIA

RIEDUCAZIONE POSTURALE E MOTORIA

RIEDUCAZIONE POSTURALE E MOTORIA

TRATTAMENTO DELLE POSTURE

  • Svolta dai fisioterapisti ,rieduca coloro che per svari motivi hanno perso la capacità del movimento corretto.

  • Rieducazione posturale e motoria può essere ortopedica o neurologica.

    Comprende varie tecniche: RPG

  • – rieducazione posturale globale

    Questa tecnica si utilizza per correggere dismorfismi e le malattie del rachide in toto

  • Il metodo di rieducazione posturale globale permette di regolare i problemi morfologici e di accedere alle cause o alle loro conseguenze psicologiche.
  • La messa in tensione della struttura muscolare.Ogni trazione che abbia per  scopo l’allungamento, deve essre mantenuta il più a lungo possibile.Un muscolo messo per lungo tempo in postura di stiramento e al quale si chiede un lavoro isometrico, avrà come conseguenza minore resistenza passiva a vantaggio della sua forza attiva: sarà divenuto quindi lungo, forte ed elastico.
  • Le posture attive

  • RPG è un metodo di posture essenzialmente attive.
  • Le catene muscolari e le loro posture

  • Le posture in apertura d’angolo coxo-femorale
  • La postura eretta in appoggio alla parete, la postura eretta senza appoggio
  • Famiglia di posture in chiusura d’angolo coxo-femorale, braccia addotte
  • La postura inclinata in avanti
  • Insegnamento delle posture corrette della vita quotidiana per prevenire fastidiosi disturbi. si insegna come dormire, come stare seduti correttamente ed alzarsi dalla sedia.

  • Come star seduti  sul divano e guardare la televisione.Sollevare e trasportare i pesi deve avvenire con  le ginocchia piegate , la base allargata e il peso deve trovarsi tra i piedi.

  • RIEDUCAZIONE NEUROLOGICA

  • TRAUMA CRANICO:  I problemi causati da un trauma cranico possono essere dovuti  dal trauma cranico primitivo e secondario.
  • Le lesioni craniche traumatiche rappresentano la principale causa di disabilità.Possono essere causate da incidenti automobilistici, cadute ecc.
  • Valutazione clinica comprende l’allineamento in decubito supino, laterale e in posizione seduta.
  • Aspetto neurologico , comprende sensibilità, propriocezione e riflessi. Deambulazione , se indicata comprende simmetria , coordinazione ed eventuali atteggiamenti in estensione nella posizione eretta.
  • Rieducazione posturale si basa sul livello di funzione cognitiva , importante è integrare le esperienze cognitive con quelle fisiche ed emozionali.
  • OBIETTIVI TERAPEUTICI

  • Aumento del livello di coscienza del paziente, miglioramento dell’elasticità dell’apparato muscolo-scheletrico.prevenzione delle retrazioni, difficoltà respiratorie e lesioni cutanee.
  • IL programma di mobilizzazione funzionale dovrà migliorare la tolleranza del paziente alla stazione eretta ed aumentare il movimento attivo. 
  • http://www.associazionitraumi.it