FISIOTERAPIA DI GRUPPO

GINNASTICA VERTEBRALE ,  GINNASTICA DOLCE ,  PILATES TERAPEUTICO

FISIOTERAPIA DI GRUPPO

I GRUPPI SONO FORMATI DA QUATTRO PERSONE PER PERMETTERE AL FISIOTERAPISTA DI SEGUIRE CON ATTENZIONE OGNI PARTECIPANTE DEL CORSO.

LA FISIOTERAPIA DI GRUPPO: ogni lezione ha la durata 60′. I gruppi vengono formati dalle persone con le stesse capacità motorie dopo una valutazione funzionale svolta dal fisioterapista in prima seduta.

In riabilitazione è molto importante la prevenzione dei danni da scarso movimento. E’ proprio LA PREVENZIONE l’obiettivo della fisioterapia di gruppo GINNASTICA DOLCE.

RIABILITAZIONE ED ESERCIZI DI GRUPPO FANNO PARTE DI UN PROGRAMMA RIABILITATIVO EDUCATIVO IN CUI I PAZIENTI NON SI LIMITANO AI SOLI ESERCIZI MA VENGONO CONTEMPORANEAMENTE INFORMATI RISPETTO ALLA CONDIZIONE CLINICA DI CUI SOFFRONO E LA PREVENZIONE DELLE COMPLICAZIONI DOVUTI ALLE PATOLOGIE CRONICHE DELLA COLONNA VERTEBRALE.

VANTAGGI LEGATI AGLI ESERCIZI DI GRUPPO

Possibilità di eseguire una ampia gamma di esercizi

Presenza di elementi competitivi in grado di migliorare le prestazioni personali , rendono la riabilitazione piacevole e se opportunamente organizzati la ginnastica di gruppo può essere anche divertente.

LO STRETCHING GLOBALE ATTIVO (E. SOUCHARD)

L’applicazione pratica. Solo le trazioni globali sono efficaci e essere globale significa correggere nello stesso momento tutte le compensazioni legate allo stiramento di una catena muscolare.

La messa in tensione di una catena muscolare si effettua sempre in maniera delicata, dolce e progressiva.Nessun esercizio deve essere forzato.
Gli stiramenti prolungati sono più efficaci che le trazioni brusche. In più stirare a lungo, permette di diminuire la forza di trazione.

Gli stiramenti prolungati che noi pratichiamo permettono una maggiore efficacia che elimina i rischi che comportano gli stiramenti rapidi e brutali.

Insegnamento delle auto-posture. un esempio di auto-postura da seduto: Gruppi muscolari particolarmente stirati.
La grande catena posteriore – Gli spinali- I muscoli inspiratori, Gli adduttori- La fascia lata. I muscoli glutei profondi- Gli ischio-tibiali- I polpacci.
Seduti contro il muro , ginocchia piegate e divaricate,appoggiate sulle mani per tirare indietro i glutei a contatto della parete.
Mettete i piedi a contatto pianta a pianta e con le mani tirate i talloni il più possibile verso di voi.

http://www.airpg.it

0 commenti

Invia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

WhatsApp chat